Home > Arrestato il re delle slot machine

Arrestato il re delle slot machine

Arrestato il re delle slot machine

Secondo l'accusa, almeno 85 milioni di euro sono stati sottratti al fisco italiano fino al , mentre altri milioni sono spariti fino al dalle casse nazionali della società Atlantis-Bplus, che da oltre un decennio ha la concessione statale a gestire il business miliardario del gioco d'azzardo legalizzato. Attraverso un vortice di passaggi tra conti italiani, depositi inglesi e olandesi, il tesoro delle slot veniva riciclato e nascosto in una costellazione di società offshore caraibiche, gestite da fiduciari esteri agli ordini di Francesco Corallo.

Per queste accuse il giudice Simonetta d'Alessandro ha ordinato il carcere per i cinque principali indagati: Su un deposito estero di Sergio Tulliani, in particolare, sono arrivati 3 milioni e mila dollari nel novembre ; mentre Giancarlo Tulliani nel luglio dello stesso anno ha incassato a Montecarlo un bonifico di altri mila dollari. Tutti fondi usciti dalla società italiana, ripuliti nelle offshore ai Caraibi e quindi rientrati nei conti dei Tulliani in modo da nascondere che provenivano da Corallo.

Attraverso le società offshore Printemps, Timara e Jayden, inoltre, Giancarlo Tulliani ha intascato tra luglio e novembre del un altro milione e mila euro. L'inchiesta dello Scico della Guardia di Finanza documenta che, con una parte di questi soldi usciti dalle offshore di Corallo, è stato pagato anche il prezzo ufficiale del famoso appartamento di Alleanza Nazionale a Montecarlo: Amedeo Laboccetta Sempre con i soldi di Corallo, secondo quanto risulta dagli atti dell'inchiesta, l'ex parlamentare Amedeo Laboccetta si era pagato anche la campagna elettorale che nel lo aveva portato alla Camera sotto la bandiera del Pdl.

A documentarlo, tra l'altro, è un prelievo in contanti di 50 mila euro, trasformati da Laboccetta, il 27 marzo , in un assegno circolare intestato al tesoriere della sua campagnia elettorale nel collegio Campania 1. L'inchiesta è molto più ampia e ipotizza un maxi-riciclaggio tra Italia e i Caraibi per oltre mezzo miliardo di euro. Vendita Appartamento a Roma. Ultimo aggiornamento: Bangladesh, incendio in un grattacielo a Dacca: David di Donatello , trionfa 'Dogman'. Premio a Borghi: La tartaruga si rovescia, l'amica si precipita e la aiuta con tutte le sue forze.

Statistiche tempi di attesa alla fermata. Statistiche attese pazienti. Farmacie di turno. Situazione del traffico. Ostia, blitz anti-droga nel quartiere dei clan:

Riciclaggio: arrestato il re delle slot machine Francesco Corallo - Il Sole 24 ORE

La ruota per Francesco Corallo, re delle slot machine con le quali sembra aver accumulato un'enorme ricchezza miliardaria, non gira più. Francesco Corallo, il re italiano delle slot machine e video lottery, perde la Riciclaggio: arrestato il re delle slot machine Francesco Corallo. E' stato arrestato ai Caraibi, nella sua lussuosa viva di Saint Marteen, il “re delle slot machine”. Si tratta del catanese Francesco Corallo. O meglio: una delle 12 società concessionarie in Italia finisce ancora una Riciclaggio: arrestato il re delle slot machine Francesco Corallo. Roma, nuovi guai per il re delle slot machine: sequestrati altri 75 milioni per riciclaggio internazionale e arrestato il 13 dicembre dello scorso. La vera storia di Francesco Corallo, il "re delle slot" partito da Catania è noto come il re delle slot machine e dei videopoker (appellativo datogli del Pdl Amedeo Laboccetta con il quale è stato arrestato oggi dopo che si e. Arrestato il re delle slot salentino: coinvolto nell'inchiesta " imprenditore 49enne di Racale ritenuto il "re" delle slot machine.

Toplists