Home > Come si gioca a briscola in 5

Come si gioca a briscola in 5

Come si gioca a briscola in 5

La finalità del gioco di carte è quella di ottenere un punteggio alto sommando i punti delle singole carte prese da terra durante le varie mani. Ad ogni giocatore vengono distribuite otto carte, per cui a terra non ne resta nessuna. Per il momento, dunque, non si conosce ancora il seme di briscola, che verrà scelto da uno dei giocatori alla fine dell'asta nella modalità indicata più avanti. A questo punto avrà inizio alla fase d'asta detta anche fase di chiamata, o anche dichiarazione.

La carta di rinforzo dovrà essere indicata solo per il suo valore, e non anche per il suo seme. In tal modo, il giocatore si impegna ad arrivare ai 60 punti in squadra con colui ancora ignoto che possiede la carta chiamata e contro gli altri tre avversari. Colui che si aggiudicherà l'asta sarà anche colui che sceglierà a piacere il seme di briscola, dichiarandolo al resto dei giocatori. Le regole per aggiudicarsi la mano sono le seguenti: La mano viene vinta o dal giocatore che posa a terra la carta di seme dominante dal valore maggiore, oppure una carta qualsiasi del seme di briscola, anche se con valore inferiore a quella del seme dominante. Se il seme dominante coincide con il seme di briscola, si aggiudica la mano il giocatore che posa a terra la carta di briscola con il valore maggiore.

Il giocatore che si è aggiudicato la mano precedente pesca per primo una nuova carta, seguito dagli altri giocatori. Il giocatore che si è aggiudicato la mano precedente, inoltre, apre la nuova mano posando a terra la carta del nuovo seme di mano. Dopo di lui, tutti gli altri giocatori fino al mazziere stesso devono chiamare una carta di valore inferiore all'ultima chiamata oppure passare. Se meno di quattro giocatori hanno passato, si procede ad un altro giro di chiamata e ad altri ancora fino a quando non passano quattro giocatori su cinque. La partita viene vinta dal giocatore o squadra che per primo si aggiudica il numero di smazzate previsto per la vittoria.

Questa seconda fase si ha quando più di un giocatore chiama la carta più bassa, cioè il due. Poiché si deve chiamare sempre una carta di valore più basso dell'ultima chiamata, nel caso in cui un giocatore chiami il due, anche gli altri saranno obbligati a chiamare il due. A questo punto, i giocatori che hanno chiamato il due proseguono la sfida dichiarando il punteggio minimo che la coppia del chiamante e del socio intendono fare per vincere.

In caso di chiamata del 2, il rilancio parte da 62 punti. Se il rilancio è su un valore compreso tra 71 e 80, i punti assegnati a vincitori e perdenti verranno raddoppiati; se il rilancio è un valore superiore a 80, i punti verranno triplicati vedi Assegnazione punti a fine round e cappotto. Si aggiudica l'asta il giocatore che chiama la carta più bassa oppure, in caso di chiamata al due, il valore del punteggio più elevato.

Tale giocatore potrà decretare il seme di briscola, che egli stesso comunicherà al resto dei giocatori. La carta chiamata sarà infine quella corrispondente al valore dell'asta ed al seme prescelto. Colui che è in possesso della carta scelta dal chiamante gioca come socio del chiamante, ma in genere non si rivela fino a quando non mette a terra la carta prescelta.

Dopo la fase d'asta, le regole sono quelle della briscola tradizionale. Alla fine dell'ottava mano che è anche l'ultima , si sommano i punti del dichiarante e i punti del suo socio. I due vincono se conquistano il punteggio inizialmente dichiarato. Se durante la fase d'asta nessun altro giocatore ha rilanciato, alla squadra basterà arrivare a 60 punti per vincere. Vediamo una ad una le possibili combinazioni:. Il giocatore ha a disposizione 13 secondi per ogni azione.

Il conto alla rovescia compare sullo schermo e con un apposito segnale acustico il giocatore viene avvisato della scadenza. Nel caso in cui il giocatore non faccia alcuna mossa, il sistema gioca in maniera del tutto casuale una carta al posto del giocatore. Per poter occupare un posto al tavolo ogni Giocatore dovrà cliccare su una qualsiasi sedia libera recante la scritta "Siedi Qui", e confermare l'iscrizione al gioco.

Nel momento in cui un Giocatore riserverà il posto, il sistema verificherà che vi sia sufficiente disponibilità sul conto di gioco di tale Giocatore:. L'importo detratto dal conto di gioco verrà sempre restituito ad un Giocatore che si alza dal tavolo o si disconnette se la partita non ha ancora avuto inizio non sono state, quindi, ancora occupate tutte le sedie disponibili. Il gioco è vietato ai minori di anni Probabilità di vincita. Non riesci ad entrare? Briscola Chiamata Biska Per giocare a briscola chiamata si utilizza un mazzo da 40 di carte italiane napoletane o piacentine , costituito da 10 carte per ogni seme coppe, bastoni, denari e spade.

Distribuzione delle carte Ad ogni giocatore vengono distribuite otto carte, per cui a terra non ne resta nessuna. È generalmente ammessa la pratica di chiamarsi in mano ovvero di dichiarare una carta posseduta da se stessi, in tal caso si gioca in uno contro quattro. Nel caso in cui il chiamante abbia il due in mano e non voglia chiamarsi in mano spesso è accettata la chiamata al 4 obbligato. Al termine delle otto mani, si sommano i punti delle carte possedute dal chiamante e dal socio, che vincono se hanno rispettato il contratto ovvero, se non ci sono stati rilanci nel punteggio, se hanno totalizzato almeno 60 punti - in caso di patta si premia il chiamante, anche se esiste la variante per la quale il dichiarante deve superare la soglia di punti dichiarata.

In caso di cappotto ovvero totalizzando punti i punti persi o guadagnati si raddoppiano. Nonostante la peculiarità e probabilmente il fascino di questo gioco originino anche dal fatto di giocare in 5, esiste tuttavia la possibilità di giocare con un numero di giocatori diverso. Si tratta di una variante la più importante della Briscola classica ed in particolare della briscola chiamata semplice a 5. Concetto base della briscola chiamata il due o Ul Dü e subitt , rispetto alla Briscola a chiamata semplice: La distribuzione delle carte avviene in senso antiorario e ad ogni giocatore vengono date 8 carte.

Il valore delle carte è quello tipico della briscola:. Le carte prendono nello stesso ordine, quindi l'Asso prende sul Tre, il Tre sul Re, il 7 sul 6 etc. Il seme che è stato dichiarato essere il seme di briscola prende sugli altri e in caso di due o più briscole sul piatto prendono secondo lo stesso ordine. I giocatori sono solitamente 5. Previo accordo preventivo si possono aggiungere al gioco altri due giocatori, per un totale di sette. Tali giocatori prendono il nome di 'mort'.

Se vi sono 'i mort', due giocatori a turno, dopo la prima mano, quello che era di mazzo più il precedente fanno a loro volta i 'mort', rimpiazzati dai precedenti 'mort'. Sempre previo accordo preventivo possono esservi altri 2 possibili giocatori quindi un massimo di 9 giocatori ; sono chiamati 'quelli che aspettano' aspettanti. Essi sono in attesa di subentrare se due 'lasciano' contemporaneamente. Non sanno se qualcuno lascerà, né chi possa essere. Ma se vi è stato l'accordo preventivo a 9, prendono il posto dei due giocatori che lasciano il posto, in qualsiasi momento succeda e fino alla fine del gioco. Finché non subentrano stanno ad un tavolo separato.

Se subentrano, partono facendosi carico del punteggio dei due che hanno lasciato. Regola 1: La prima fase del gioco consiste nella chiamata. Dapprima ognuno prende a caso una carta dal mazzo scelto. Il giocatore con la carta più alta sceglie il posto al tavolo. Il giocatore con la carta inizialmente più alta comincia il gioco. Dopo aver mescolato le carte e fatto tagliare il mazzo dal giocatore alla sua sinistra che solleva un numero a piacere di carte facendo due mazzetti, oppure con un tocco sul mazzo 'non taglia' , il mazziere ricompone il mazzo se vi è stato il 'taglio': Si chiama direttamente il 2 e per vincere il punteggio è di 60 se non vi è un''asta'.

È con la chiamata che si stabilisce il seme della briscola. Si chiama a partire dal giocatore successivo a chi ha il mazzo. Si riprende sempre da chi aveva il mazzo finché si arriva alla 'chiamata'. Alla conclusione del giro di chiamate al rialzo si inizierà a giocare: Non si fanno segni o segnali, né si parla: Durante la fase della chiamata è possibile che un giocatore chiami un due da lui posseduto. In questo caso si verifica la cosiddetta chiamata in mano NB.

Chi chiama anche con 'scartine' si dice che gioca 'con föra i ball': In questo caso la penalità per chi sbaglia è di 2 punti, agli altri giocatori va un punto. Prima di iniziare ci si accorda sul numero di 'mani' da fare minimo 7. Al penultimo dei 'giri' concordati chi ha il mazzo avvisa: Se un giocatore lascia perde tutto, gli altri vincono tutto e si stoppa. Solo se due lasciano contemporaneamente e vi sono i subentranti previo accordo preventivo , si prosegue fino al termine stabilito. La Posta in gioco: Gli altri offrono. I giocatori sono 9 e generalmente al tavolo si siedono sempre più di 5 cavalieri.

A turno colui che fa le carte e i compagni alla sua sinistra restano esclusi dal gioco il morto più gli aspettanti. Non si gioca mai in più di cinque e non si gioca mai con 4 giocatori e uno immaginario a carte coperte. La chiamata: Numero di giocatori: I cavalieri sono 9 e generalmente al tavolo si siedono sempre più di 5 cavalieri. A turno colui che fa le carte e i compagni alla sua sinistra restano esclusi dal giuoco. Non giocano mai più di cinque cavalieri e non si giova mai "con il morto" espressione, usata dai cavalieri, per indicare 4 giocatori e uno immaginario a carte coperte.

I cavalieri della Briscola Rotonda "chiamano al punto" e non "alla carta". Questa variante è molto significativa: Questa variante permette quindi di chiamare come socio anche un "asso" o un "tre" ma la difficoltà aumenta poiché i punti da raggiungere sono maggiori. L'impostazione è la stessa, ma la fase iniziale prevede un'asta per un carta che va dall'asso fino al due: Il giocatore che si aggiudica l'asta è detto chiamante: In questo caso quindi per vincere il chiamante e i chiamati dovranno aggiudicarsi tutte le mani con punti. Al termine dell'asta e della chiamata delle carte il chiamante apre la mano. Se un giocatore ha le 8 carte più alte di un seme Asso, Tre, Re, Donna, Fante, Sette, Sei, Cinque la partita non viene disputata in quanto viene a mancare la parte di abilità del gioco.

Detto anche chiamato , è colui che ha la briscola chiamata. Concorre con il chiamante al raggiungimento del punteggio dichiarato da quest'ultimo. Colui il quale possiede la carta proclamata è detto chiamato o compagno , che senza farsi scoprire dovrà concorrere con il chiamante al raggiungimento del punteggio dichiarato da quest'ultimo. Nel caso di vittoria del chiamante e del suo compagno questi ottengono i punti dichiarati, mentre gli altri giocatori non hanno diritto ad alcun punteggio. In caso di sconfitta della coppia chiamante i due giocatori saranno penalizzati dei punti pari alla differenza tra quelli fatti e quelli dichiarati, mentre ognuno degli altri giocatori avrà diritto ai punti complessivamente conquistati.

Il punteggio della partita è la somma delle differenti mani. In alcune parti d' Italia ad esempio la Sicilia , il gioco della briscola pazza viene svolto con 7 carte, eliminando cinque carte del valore più basso tutti i 2 e un 4 di un seme a piacere o se si gioca in 6, con 6 carte, eliminando tutti i 2. Subito dopo l'asta che parte da 81 fino a o , si inizia a giocare il primo giro senza alcuna briscola dichiarata dal chiamante.

Quando si finisce questo turno, il chiamante dichiara quale carta gli serve per raggiungere il punteggio dichiarato. Dopodiché, il possessore di questa carta diventa il compagno che rimarrà anonimo fino a quando non giocherà la carta dichiarata. Casi particolari;. Sempre in Sicilia , in maniera simile, è possibile giocare in 6 persone, 2 contro 4. Si tratta della Briscola in 6 con monte. Ogni giocatore ha 6 carte in mano, e sul tavolo rimangono 4 carte coperte che costituiscono il "monte". Si procede con l'asta, chiamando il punteggio che si crede di potere realizzare, assieme al socio.

Briscola a Cinque

Le varianti del gioco della briscola sono numerose, per lo più locali. Sebbene molte varianti siano delle semplici modifiche alle regole generali, altre varianti più complesse modificano sostanzialmente il gioco. La principale variante della briscola semplice è quella detta a chiamata, in cui si gioca in cinque o . Si gioca di regola in 5 o più giocatori e può essere indicata. Allora, si gioca in 5 con 8 carte a testa che vengono distrubuite subito. Le regole sono le stesse della briscola. All'inizio si fa un'asta. Handicap nelle scommesse: definizione e come funziona nello sport . bonus in seguito al caricamento del documento di identità (di solito di ammontare ridotto 5 €) che Unibet - Solo nuovi giocatori | si applicano T&C | Gioca responsabilmente Commerciale | 18+La briscola è uno dei giochi di carte più famoso in Italia. Nonostante la chiamata sia la prima fase del gioco ritengo più utile descriverla in seguito in quanto si capisce meglio se prima si impara come vanno le cose. Il seme di Briscola è stabilito dopo la prima fase del gioco: la chiamata. Il gioco si svolge come nella Briscola normale. Il valore di presa delle. Sapevate che la parte più antica della tradizione ludica italiana si basa sulle carte da gioco? Sono innumerevoli le occasioni in cui ci saremo. Nella briscola chiamata si gioca sempre in cinque, in modalità tutti contro tutti. chiamante gioca come socio del chiamante, ma in genere non si rivela fino a.

Toplists